[ita] Invito alle crittografie enigmistiche: seconda parte

images

[Questo post è per chiunque voglia leggerlo, ma soprattutto per Alessandra. Il primo episodio è qui.]

f

f

Iniziamo questo secondo post sulle crittografie con le sinonimiche. L’esposto è una parola incompleta, le cui lettere mancanti sono indicate da puntini.

Crittografia sinonimica (1 1 5, 4 4 = 9 6)

V.RTI.I

Il Popolese

Alla parola mancano due lettere. Non è chiaro, a priori, quali siano: ad esempio, “O” e “C” darebbero Vortici, mentre “E” e “C” darebbero Vertici. Quasi tutte le prime letture delle perifrastiche sono frasi del tipo

Inserendo

lettere mancanti

ottieni

sinonimo della parola dell’esposto completata

Un po’ di esperienza ci dice che la prima lettura in questo caso è strutturata così:

Prima lettera da inserire (1)

Seconda lettera da inserire (1)

un qualche verbo sinonimo di “inserire” (5)

sinonimo dell’esposto completato da tali lettere (4)

un qualche verbo sinonimo di “ottieni” (4)

(con le ultime due potenzialmente interscambiabili).

Il trucco, per risolvere queste crittografie, è avere abbastanza esperienza ed immaginazione per trovare le giuste variazioni di “inserire” ed “ottenere” che diano senso alla seconda lettura (alle volte, si trovano parole un po’ “stiracchiate”). In questo caso, la soluzione è

E C letti, CIME dici = eclettici medici

da intendersi: “se leggi E e C (al posto dei puntini), la parola che dici (cioè Vertici) è (sinonimo di) cime”. Notare un tocco di eleganza: c’è un legame tra “letti” e “dici” che non ci sarebbe stato, ad esempio, tra “letti” e “hai” o tra “metti” e “dici”.

Ecco un altro esempio, la cui soluzione è in fondo alla pagina1.

Crittografia sinonimica (1 1 7 6 = 5 10)

DIF.IC.LTOSO

Fra Diavolo

Le crittografie perifrastiche sono come le sinonimiche, ma invece di descrivere la parola (o la frase) dell’espesto con un sinonimo, lo si fa con una perifrasi. Ecco un esempio, ancora con soluzione in fondo alla pagina2.

 Crittografia perifrastica (1’1 2 6, 2 2? = 6 8)

ECCO .AMERICE!

Pasticca

 Nelle crittografie pure, invece, l’esposto è di solito una sola parola.

 Crittografia (3 2 4 3 = 5 2 5)

PISTA

Trewal

Il significato dell’esposto non ha alcuna importanza nelle crittografie pure. Il gioco consiste nel dare una descrizione della sequenza di lettere, o di come la sequenza risulterebbe omettendo o spostando alcune tra queste. Ad esempio, la prima lettura può essere una descrizione delle posizione relativa delle varie lettere nell’esposto (hai TA dopo PIS) o di cosa succede rimuovendone una (via TI PISA hai)3. Al solito, quale di questi sia giusto ce lo dice la seconda lettura:

Col PI dite STA = Colpi di testa

Quest’altra bella crittografia si risolve utilizzando una delle tecniche-esempio viste prima4.

 Crittografia (2 1 2 6 1’1 = 8 5)

RE

Lo Stanco

Alle volte, anche l’esposto delle crittografie pure presenta lettere mancanti:

 Crittografia (1 4 4 = 4 5)

ROM.

Arsenio B.

Questa non è difficile da risolvere. E’ chiaro che la prima parola della prima lettura sarà la lettera mancante, e se vogliamo che l’esposto sia completato in una parola con significato, è probabile che tale lettera sia A. Otteniamo dunque gratis anche un’altra parola: ROMA. Poiché Arom nella seconda lettura non avrebbe senso, ROMA sarà la terza parola della prima lettura. Fin qui abbiamo dunque ottenuto:

A **** Roma = A*** *roma

Ora dobbiamo trovare una parola di 4 lettere che dia al tempo stesso significato compiuto alla seconda lettura, e completi la prima lettura esprimendo il fatto che “inserendo” la A, otteniamo ROMA. Forse è finì? In fondo la A “finisce” la parola ROMA. Proviamo:

A finì Roma = Afin Iroma

No, finì non va bene. Pensateci un po’: la soluzione è nelle note5.

f


Note

1. F O scopron OSTICO = fosco pronostico

2.  v’è la mirica, ma Ti? = Velami Ricamati (V’è è una perifrasi di Ecco, mirica è un sinonimo di tamerici. Ti è il nome la lettera da inserire. Il resto è mestiere)

3.  In questo caso, la parola ottenuta spostando o elidendo lettere (Pisa nel nostro esempi) ha di solito un significato.

4.  fa R se scosti l’E = Farscesco Stile.

5.  A crea Roma = Acre Aroma.

Advertisements

Enno Flaiano: Nel 1968 / In 1968

[English translation below]

images

Nel 1968

I porti invecchiano
Venezia è sempre da salvare
L’Inps assediata
Gli statali in sciopero
L’edilizia in crisi
Gli ortofrutticoli danneggiati dal Mec
Il turismo regredisce
Le acque sono inquinate
I treni ritardano
La circolazione in crisi
Lo sciopero dei benzinai
Gli studenti preparano la protesta
Rivolta nelle carceri
La riforma burocratica ferma
Napoli paralizzata
Sciopero dei netturbini
La crisi del latte
La pornografia è in crisi
Il divorzio è in crisi
Crisi dell’istituto familiare
I giovani svedesi non si sposano più
La torre di Pisa ancora in pericolo
Il porto di Genova paralizzato
I telefoni non funzionano
Posta che non viene distribuita
La crisi dei partiti
La crisi delle correnti dei partiti
Lo Stato arteriosclerotico
Il Mezzogiorno in crisi
Le regioni in crisi
Il Comune di Roma aumenta il disavanzo
Ferma la metropolitana a Roma
Duello di artiglieri a Suez
I colloqui di Parigi stagnano
Nel Vietnam si attende l’attacco
I cinesi preparano una sorpresa?
I negri preparano la rivolta?
Gli arabi preparano la guerra?
I russi nel Mediterraneo
De Gaulle in pericolo
La sinistra in crisi
La destra in crisi
Il centro-sinistra in crisi
Fine del parlamentarismo?
Il freddo ritorna.

(Ennio Flaiano, Diario degli errori, 1976)

In 1968

Seaports grow old
Venezia still needs to be saved
The national pension system is besieged
The State employees on strike
Building industry in crisis
Farmers suffer because of the EU market
Tourism regresses
Water is polluted
Trains are late
Traffic in crisis
Station attendants are on strike
Students prepare a demonstration
Rebellions in the jails
The bureaucratic reform has stopped
Naples paralyzed
Dustmen are on strike
The crisis of milk
Pornography in crisis
Divorce in crisis
Crisis of the family
Swedish youngs don’t get married anymore
The leaning tower of Pisa still in danger
The seaport of Genoa paralyzed
Telephones won’t work
Mail is not distributed
The crisis of political parties
The crisis of trends within political parties
The arteriosclerotic state
South of Italy in crisis
Departments in crisis
The deficit of the municipality of Rome increases
The subway in Rome has stopped
Duels between gunners in Suez
Negotiations in Paris are at a standstill
In the Vietnam people are waiting for the attack
Chinese people are planning a surprise?
Black people are planning a rebellion?
Arabs are planning to start the war?
Russians in the Mediterranean sea
De Gaulle in danger
Left parties in crisis
Right parties in crisis
Center-left parties in crisis
End of the parliamentarism?
The cold comes back

(Ennio Flaiano, Diario degli errori (Journal of mistakes), 1976)

[ita] Invito alle crittografie enigmistiche: prima parte

images

Enigmistica: Arte, attività di comporre e risolvere enigmi, sciarade, anagrammi, rebus e altri giochi enigmistici.

Treccani.it

f

f

[Il secondo episodio è qui.]

Questo post è dedicato ad introdurre una delle branche più divertenti e sfidanti dell’enigmistica: le crittografie. So bene che ci sono svariate pagine web che ne parlano, anche ad un livello basilare (ad esempio: Wikipedia), ma qui voglio dargli un taglio allo stesso tempo più personale e più compatto. L’idea è di invogliare chi le ha sempre saltate leggendo La settimana enigmistica (ed a ragione! non sono spiegate da nessuna parte) a cimentarcisi.

La crittografia è, in generale, una frase celata dietro un insieme di lettere, che a sua volta può essere una frase di senso compiuto oppure no. Vediamo meglio con un esempio di un tipo di crittografie detta a frase.

Crittografia a frase (4 7 = 6 5)

GLI SCONTI 

Lilianaldo

Allora, Lilianaldo è lo pseudonimo dell’autore: possiamo ignorarlo nel risolvere la crittografia, ma come quando si cita un estratto di un libro, è corretto riportarlo. Per prima cosa, leggiamo Crittografia a frase, che specifica il tipo di gioco (presto sapremo anche cosa significa). GLI SCONTI è l’esposto. Nel caso delle crittografie a frase, ha un significato ben preciso in italiano, anche se spesso è volutamente ambiguo: si parla di sconti nei negozi? O di sconti di pena? O di tassi di sconto? O di altro ancora?

4 7 indica la prima lettura. Cioè dobbiamo descrivere l’esposto1 con una frase di due parole, la prima di 4 lettere e la seconda di 7. Mmm… potrebbe essere ad esempio CAPI RIMASTI: se è qualcosa è scontato, vuol dire che non è stato venduto. Oppure SONO RIBASSI; in effetti, è questo che sono gli sconti. O ancora, un po’ beffardamente, SOLO ROBETTA. O MENO CARCERE.

Tutte queste prime letture sono più o meno plausibili. Per capire quella corretta, dobbiamo andare alla seconda lettura, che è indicata dai numeri 6 5. Questa è ottenuta come segue: considerate le parole della prima lettura, senza gli spazi, quindi aggiungete uno spazio in modo da formare una parola da 6 ed una da 5 lettere. Dovrà dare una frase di senso compiuto, anche se solitamente di significato completamente diverso dalla prima lettura o dall’esposto. Le nostre tre prime letture diventano rispettivamente CAPIRI MASTI, SONORI BASSI, SOLORO BETTA e MENOCA RCERE. Solo la seconda ha senso compiuto, ed è infatti la soluzione. SONO RIBASSI = SONORI BASSI.

Vediamo un altro esempio, più subdolo.

Crittografia a frase (4 3 6 = 9 4)

FAI COLPO TRA GLI SPARTITI

Pipino il Breve

Qui possiamo aiutarci con un po’ di mestiere. Anzitutto, l’esposto indica un’azione: quindi probabilmente ci sarà un verbo nella prima lettura. La seconda parola è di 3 lettere, quindi è facile sia una preposizione o un articolo plurale. Possiamo dunque aspettarci una prima lettura del tipo verbo + articolo o preposizione + complemento. Per la soluzione, però, dobbiamo avere un approccio da enigmista, ed interpretare l’esposto in modo più complesso di come appare: RUBI (fai colpoCON (traDIVISI (gli spartiti), che in seconda lettura diventa RUBICONDI VISI. Ah-ah!

Vediamo ora un altro tipo di crittografie, le mnemoniche. E’ per me è il più elegante e complesso, perché per risolverle (o crearle) bisogna utilizzare sia capacità analitiche sia linguistiche. Iniziamo con

Crittografia mnemonica (5 2 8 8 10)

SCIPPO

Il Cinofilo

Di nuovo, l’esposto ha un significato in italiano, e qui si presta a poche ambiguità2. Per la prima lettura, dobbiamo quindi descrivere cosa è uno scippo. Ma attenzione, per la seconda lettura, non dovremo cambiare le parole!

La prima lettura può essere interpretata in modo completamente diverso dal suo significato originario di SCIPPO, ed acquisire un altro significato. Sarà questa la seconda lettura. Vediamo come con la soluzione: Colpo di sinistro passante incrociato. In effetti, lo scippo è un furto (colpo) fatto da un tizio (passante) non raccomandabile (sinistro) che camminava verso di noi (incrociato). Al tempo stesso, Colpo di sinistro passante incrociato può essere letto come parte di uno scambio del tennis! Notate che ogni parola (a parte la preposizione) cambia di significato dalla prima alla seconda lettura3.

Chiudo questo primo post (ce ne saranno degli altri dedicati agli altri tipi di crittografie) con quella che è forse la più bella crittografia mnemonica che io conosca.

Crittografia mnemonica (5 6 2 13)

CUCCHIAINO

Dedalo

Cos’è un cucchiaino? E’ un piccolo strumento fatto per raccogliere oggetti, cioè un mezzo minuto di raccoglimento. Qui non solo le parole cambiano significato nella seconda lettura, ma alcune addirittura ruolo nella frase. Mezzo da sostantivo diventa aggettivo, mentre minuto fa il percorso inverso!


Note

1. In altre crittografie mnemoniche, invece di descrivere l’esposto, bisogna scrivere una frase che è descritta dall’esposto (un po’ come nei cruciverba), o continuare la frase dell’esposto (mostrare una conseguenza). Ma quelli a descrizione d’esposto sono i più comuni.

2. In effetti, l’unico dubbio è se si tratti di un sostantivo o della prima persona singolare del verbo scippare.

3. Questo in generale è richiesto perché una mnemonica sia considerata accettabile, a meno di giochi particolarmente eleganti, dove alcune parole possono avere lo stesso significato.